#caffèlibro #BotegaVercelli

Una foto pubblicata da Paolo Amari (@paolo_am) in data:

sabato 17 marzo 2012

Un mix tra la piadina marchigiana e quella di Rimini da innaffiare con Sangiovese di Romagna!


La ricetta di oggi la cucina Michela, amante dei fornelli e della buona tavola che ha fatto tesoro dei segreti della zia pesarese di nascita ma residente da sempre ad Igea Marina.

Ingredienti:

- 1 kg di farina 00,
- 100 grammi di strutto (in alternativa, per versioni light, impiegare un bicchierino d'olio d'oliva),
- 2 cucchiaini di sale fino,
- 1 cucchiaino scarso di bicarbonato.

La cuoca Michela intenta a gustare una specialità non proprio autoctona italiana

Impastare gli ingredienti con un bicchiere di acqua tiepida. Creare delle palline di dimensioni simili a quelle da tennis e lasciarle riposare per due ore coperte da un panno.

Scaldare una piastra o una padella antiaderente a fuoco vivace per poi cuocere le piadine che avrete steso con il mattarello nella fase post riposo (girarle da entrambi i lati velocemente per evitare di bruciarle).

Condimento: squacquerone, prosciutto crudo e rucola oppure salsiccia con erbette cotte o ancora verdure in gratin con formaggio pecorino (possibilmente caciotta d'Urbino).

"Un po' lunghina da fare ma alla fine è uno spettacolo!"

[Cucinato da Michela]